La Riparazione del Flipper » Flipper » Flipper elettromeccanici


 
Discussione: Flipper Red Show

 
Benvenuto, Ospite
Impostazioni Ospite
Discussione Archiviata Questa discussione è stata archiviata - le risposte non sono consentite.


Questo problema è risolto. Validi aiuti disponibili: 1. Soluzioni al problema disponibili: 1.


Permlink Risposte: 69 - Pagine: 2 [ Precedente | 1 2 ] - Ultimo Messaggio: 20-giu-2018 12.51 di ilsognodiunavita Discussioni: [ Precedente | Successivo ]
antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 17-giu-2018 14.13   in risposta a: meglioprimo in risposta a: meglioprimo
 
meglioprimo ha scritto:
Questo chiarimento lo faccio senza che ci siano tue foto ma è lo standard di base di un flipper.
Il cavo di alimentazione entra dalla parte posteriore del flipper, normalmente non è presente il conduttore di terra, se segui il cavo troverai a un certo punto UN PORTAFUSIBILE con relativo fusibile 5x20 che se tutto è originale dovrebbe essere da 1,5A o 2A RITARDATO oppure da 2A o 3A se RAPIDO poi c'è la relazione fra potenza e tensione in quanto venivano usati trasformatori da 250 o da 300VA a secondo della configurazione del gioco ( cerca questo fusibile seguendo il filo di alimentazione) poi avrai un polo del filo che arriva direttamente a un polo del trasformatore e l'altro che va all'interruttore posto sulla parte anteriore del flipper a dx dello sportello frontale e da li va all'altro polo del trasformatore NELLA PARTE BASSA, dal trasformatore nella parte ALTA ESCONO 3 fili che vanno ai portafusibili di cui UNO è il comune sia delle lampade che delle bobine UNO è la fase delle lampade 6VAC e UNO per l'alimentazione delle bobine 24VAC, Nella parte ALTA rimane libero un polo in quanto c'è la possibilità di scelta della tensione di uscita NORMALE o ALTA ( oggi che non ci sono problemi di rete l'uscita dei 24V va su NORMALE altrimenti ti trovi 27/30V alle bobine) dalla parte bassa del trasformatore c'è l'uscita a 110VAC che usa solo una parte dell'avolgimento primario e serve ad alimentare probabilmente i BOBINONI dei banchi dei bersagli cadenti perciò protetti dal fusibile 110V 10A ( il fusibile 6V 10A protegge le luci della testata, il fus 6V 16A protegge le luci del piano di gioco, il fuse 24V 16A protegge TUTTE le bobine ad eccezione dei bobinoni il cui fusibile è quello 110V 10A). Fatte queste prove se vuoi dai conferma anche semplicemente con : confermo il tutto . Dopodichè iniziamo le verifiche con le foto di volta in volta.

Allora premettendo che non voglio mettere alla prova proprio nessuno (non è mia indole) premetto che è la prima volta che apro un flipper elettromeccanico

allora tu dici:

Il cavo di alimentazione entra dalla parte posteriore del flipper, normalmente non è presente il conduttore di terra ....... Verissimo

se segui il cavo troverai a un certo punto UN PORTAFUSIBILE con relativo fusibile 5x20 che se tutto è originale dovrebbe essere da 1,5A o 2A RITARDATO oppure da 2A o 3A se RAPIDO poi c'è la relazione fra potenza e tensione in quanto venivano usati trasformatori da 250 o da 300VA a secondo della configurazione del gioco ( cerca questo fusibile seguendo il filo di alimentazione) Questo non riesco a farlo perchè il cavo di alimentazione è legato insieme ad un fascione di altri cavi e per seguire il filo dovrei tagliare tutti i legacci pero tester alla mano in prova di continuità ..... riscontrerei che
  • ponendo un puntale del tester sul terminale della "spina" l'altro su un capo del fusibile (quello con la targhetta 110) e c'è continuità
  • ponendo un puntale del tester sul'altro terminale della "spina" trovo un punto di continuità diretto sul trasformatore
  • ponendo un puntale del tester sul'altro terminale della "fusibile" trovo un punto di continuità diretto sull'interruttore sottostante
  • ponendo un puntale del tester sul'altro terminale dell'interruttore trovo un punto di continuità diretto sul trasformatore

Siccome mi fai venire dubbi di aver preso lucciole per lanterne sarà la prima cosa che riverificherò e te ne darò deinitiva conferma, ovviamente cercherò partendo dalle tue indicazioni di verificare la presenza di tutto quello che tu dici, poi ovviamente farò una misura in tensione al primario su trasformatore e sui secondari che sarà poi la verifica definitiva di ogni considerazione

In effetti io mi ero posto la tua stessa domanda, ma essendo completamente digiuno di questi oggetti mi ero dato anche una risposta anche se non so quanto valida te la propongo .... probabilmente qualcuno ha già messo mani nel fliper negli anni e il trasformatore è stato sostituito con uno avente stesse caratteristiche sul secndario ma primario a 220V, magari è un'idea del tutto infondata ..... ma è l'unica che mi sovviene oltre a quella di aver fatto grossolani errori di misura e valutazione
meglioprimo


Messaggi: 2.042
Registrato: 20-11-13
Re: Flipper Red Show
Postato: 17-giu-2018 15.41   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
In effetti io mi ero posto la tua stessa domanda, ma essendo completamente digiuno di questi oggetti mi ero dato anche una risposta anche se non so quanto valida te la propongo .... probabilmente qualcuno ha già messo mani nel fliper negli anni e il trasformatore è stato sostituito con uno avente stesse caratteristiche sul secndario ma primario a 220V, magari è un'idea del tutto infondata ..... ma è l'unica che mi sovviene oltre a quella di aver fatto grossolani errori di misura e valutazione

Questi flipper sono stati interamente costruiti in Italia a Bologna per la precisione verso metà-fine anni 70 perciò l'ingresso tensione di rete è assolutamente a 220V... ti chiedo di postare 2 foto del piano interno che si incrocino per poter definire con precisione dove finisce una e incrocia l'altra, per comodità sfila i connettori del piano di gioco sia nel piano da fotografare che nel pannello retro testa e togli il piano di gioco, fai le foto con luce e non con flash alla distanza massima che si può lateralmente poi incroci invece nel centro. Poi apri una nuova discussione e posti le foto . Grazie
meglioprimo


Messaggi: 2.042
Registrato: 20-11-13
Re: Flipper Red Show
Postato: 17-giu-2018 16.27   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
antonio60 ha scritto:
meglioprimo ha scritto:
Questo chiarimento lo faccio senza che ci siano tue foto ma è lo standard di base di un flipper.
Il cavo di alimentazione entra dalla parte posteriore del flipper, normalmente non è presente il conduttore di terra, se segui il cavo troverai a un certo punto UN PORTAFUSIBILE con relativo fusibile 5x20 che se tutto è originale dovrebbe essere da 1,5A o 2A RITARDATO oppure da 2A o 3A se RAPIDO poi c'è la relazione fra potenza e tensione in quanto venivano usati trasformatori da 250 o da 300VA a secondo della configurazione del gioco ( cerca questo fusibile seguendo il filo di alimentazione) poi avrai un polo del filo che arriva direttamente a un polo del trasformatore e l'altro che va all'interruttore posto sulla parte anteriore del flipper a dx dello sportello frontale e da li va all'altro polo del trasformatore NELLA PARTE BASSA, dal trasformatore nella parte ALTA ESCONO 3 fili che vanno ai portafusibili di cui UNO è il comune sia delle lampade che delle bobine UNO è la fase delle lampade 6VAC e UNO per l'alimentazione delle bobine 24VAC, Nella parte ALTA rimane libero un polo in quanto c'è la possibilità di scelta della tensione di uscita NORMALE o ALTA ( oggi che non ci sono problemi di rete l'uscita dei 24V va su NORMALE altrimenti ti trovi 27/30V alle bobine) dalla parte bassa del trasformatore c'è l'uscita a 110VAC che usa solo una parte dell'avolgimento primario e serve ad alimentare probabilmente i BOBINONI dei banchi dei bersagli cadenti perciò protetti dal fusibile 110V 10A ( il fusibile 6V 10A protegge le luci della testata, il fus 6V 16A protegge le luci del piano di gioco, il fuse 24V 16A protegge TUTTE le bobine ad eccezione dei bobinoni il cui fusibile è quello 110V 10A). Fatte queste prove se vuoi dai conferma anche semplicemente con : confermo il tutto . Dopodichè iniziamo le verifiche con le foto di volta in volta.

Allora premettendo che non voglio mettere alla prova proprio nessuno (non è mia indole) premetto che è la prima volta che apro un flipper elettromeccanico

allora tu dici:

Il cavo di alimentazione entra dalla parte posteriore del flipper, normalmente non è presente il conduttore di terra ....... Verissimo

se segui il cavo troverai a un certo punto UN PORTAFUSIBILE con relativo fusibile 5x20 che se tutto è originale dovrebbe essere da 1,5A o 2A RITARDATO oppure da 2A o 3A se RAPIDO poi c'è la relazione fra potenza e tensione in quanto venivano usati trasformatori da 250 o da 300VA a secondo della configurazione del gioco ( cerca questo fusibile seguendo il filo di alimentazione) Questo non riesco a farlo perchè il cavo di alimentazione è legato insieme ad un fascione di altri cavi e per seguire il filo dovrei tagliare tutti i legacci pero tester alla mano in prova di continuità ..... riscontrerei che

  • ponendo un puntale del tester sul terminale della "spina" l'altro su un capo del fusibile (quello con la targhetta 110) e c'è continuità
Normale perchè essendo un trasformatore hai un'impedenza ma la continuità c'è sicuramente ( scriverò baggianate ma io sono meccanico perciò di elettrotecnica 000) ,perciò stessa cosa se misuri l'altro polo, poi avrai continuità anche se misuri fra i 2 poli della spina ma con valore di resistenza elevato dato l'avvolgimento primario del trafo, se togli il fusibile 110V il valore deve rimanere identico perchè quel fusibile è sul secondario, se apri l'interruttore invece toccando i 2 poli della spina avrai valore ZERO così hai verificato il circuito di alimentazione e se i dati sono quelli è funzionante.
Nella parte bassa oltre al POLO dello ZERO c'è una uscita intermedia a 110V e l'ingresso a 220V ( alcune volte è stato usato un trafo a 2 avvogimenti con primari a 110 V perciò se così fosse avrai il collegamento seriale 110+110 ( senza foto devo inventare)
Ora devi provare i secondari perciò avrai un polo COMUNE e le varie uscite 6V per le lampade, 24V NORMAL e HIGH per le bobine

- ponendo un puntale del tester sul'altro terminale della "spina" trovo un punto di continuità diretto sul trasformatore
Giusto e normale

- ponendo un puntale del tester sul'altro terminale della "fusibile" trovo un punto di continuità diretto sull'interruttore sottostante
Giusto e normale ( corrisponde a quanto scritto sopra

- ponendo un puntale del tester sul'altro terminale dell'interruttore trovo un punto di continuità diretto sul trasformatore
Giusto altrimenti a cosa servirebbe l'interruttore? se avessero messo un bipolare a interruttore OFF non troveresti nessuna continuità

Siccome mi fai venire dubbi di aver preso lucciole per lanterne sarà la prima cosa che riverificherò e te ne darò deinitiva conferma, ovviamente cercherò partendo dalle tue indicazioni di verificare la presenza di tutto quello che tu dici, poi ovviamente farò una misura in tensione al primario su trasformatore e sui secondari che sarà poi la verifica definitiva di ogni considerazione

In effetti io mi ero posto la tua stessa domanda, ma essendo completamente digiuno di questi oggetti mi ero dato anche una risposta anche se non so quanto valida te la propongo .... probabilmente qualcuno ha già messo mani nel fliper negli anni e il trasformatore è stato sostituito con uno avente stesse caratteristiche sul secndario ma primario a 220V, magari è un'idea del tutto infondata ..... ma è l'unica che mi sovviene oltre a quella di aver fatto grossolani errori di misura e valutazione

Se tu togli il fusibile 110V e rifai le misure precedenti i dati non devono cambiare...puoi inoltre verificare se misurando fra un polo del fusibile 110V e un polo delle bobine grosse nei 2 banchi di bersagli cadenti hai continuità oppure se continuità c'è se tocchi sempre lo stesso polo nella bobina e uno dei 2 poli della spina. o dell'interruttore generale (non serve a niente ma ti fa ragionare)
antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 17-giu-2018 17.36   in risposta a: meglioprimo in risposta a: meglioprimo
 
Ho capito cosa vuoi dirmi ...... ed ho capito forse com'è fatto quel "trasformatore", (ripubblico la foto già presente nella carrellata di qualche giorno fa), non riesco a verificarlo perchè sono lontano dal flipper ma a questo punto muoio di curiosità per farlo quanto prima ..... se quello che meglioprimo scrive sarà verificato, e credo di si vista la sua esperienza, quello non è un classico "trasformatore" per come lo intendiamo noi tutti oggi, ma un "autotrasformatore"

Modificato da: antonio60 il 17-giu-2018 17.37
ilsognodiunavita


Messaggi: 14.403
Registrato: 16-03-09
Re: Flipper Red Show
Postato: 17-giu-2018 18.47   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
Meglio primo ho dascritto perfettamente e giustobtuttobquanto
Il trasformatore del tuo flipper è un vero trasformatore puro e non AUTOTRASFORMATORE che è altra cosa
Il tuo è trasformatore con primario è secondario ben distintii e isolati tra loro
antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 17-giu-2018 20.01   in risposta a: ilsognodiunavita in risposta a: ilsognodiunavita
 
Anche io son sicuro che meglirimo ha descritto tutto correttamente, ma io sono quasi certo (perchè ora mi fate venire i dubbi) di aver verificato continuità diretta tra il fusibile e un cavo della "spina", ora se quello è un trasformatore e se il fusibile sta sul secondario a 110 VAC ..... io cos'ho misurato ?

Sicuramente qualcosa di sbagliato e per mia natura devo verificare cosa !!!
ilsognodiunavita


Messaggi: 14.403
Registrato: 16-03-09
Re: Flipper Red Show
Postato: 17-giu-2018 21.22   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
Non sbagli nulla perché tutto quello che scrivi conferma meglioprimo
antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 18-giu-2018 0.29   in risposta a: ilsognodiunavita in risposta a: ilsognodiunavita
 
ilsognodiunavita ha scritto:
Non sbagli nulla perché tutto quello che scrivi conferma meglioprimo

Come non sbalio nulla, obbligatoriamente io sto sbagliando qualcosa .....
se quello è come tu dici un "trasformatore" con primario e secondario galvanicamente separati ....
e se come mi pare di capire quel fusibile sta sul cecondario a 110VAC .....
io come ho fatto a misurare qualcosa tra il fusibile e un capo della spina ?

Io per forza di cose sto commettendo un errore ..... o nel ragionamento o nella misura .... non si scappa !!!

antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 18-giu-2018 0.38   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
In ogni caso oggi pomeriggio contravvenendo alle disposizioni date, qualcuno ha giocato e fatto gicare con il flipper e penso lo abbiano fatto per abbastanza tempo.

Unica consolazione mi riferiscono che funziona tutto, non si è rotto nulla le palette scendono bene, il contapunti gira e si resetta a inizio partita, quando scatta lo special assegna la pallina (anche se chi ci ha giocato non credo sappia cosa si intenda per special)

..... mi riferiscono, ma lo avevo già constato in quei pochi secondi di mia accensione che un paio di sponde rispondono lentamente (sicuramente le molle)

meglio così!!!

Però io la pulizia indicatami da meglioprimo intendo pian piano farla, e le foto che mi sono state chieste anche quelle verranno fatte quanto prima.

Poi la storia di quel circuito di alimentazione comunque, per mio sfizio e per capire dove son caduto, me la devo chiarire .....
ilsognodiunavita


Messaggi: 14.403
Registrato: 16-03-09
Re: Flipper Red Show
Postato: 18-giu-2018 8.01   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
Scrivo perché non intralcio la riparazione ma soltanto come parentesi per spiegare un particolare tecnico di elettrotecnica ma lo farò dopo perché non sono al pc ma al cellulare e si scrive male
Quando ti ho detto di non giocare c?era un motivo chebira non c?è più , avevi una ruota guasta e poteva capitare che giocando se facevi un punto della ruota guasta e questa non girava avrebbe potuto restare eccitato il suo relè e bruciare qualcosa, da quanto avete scritto il pericolo non c?è e averci giocato non pregiudica nulla
Riguardo al 110 volt e le prove con il tester dopo al pc ti spiego perché è giustissimo siavquello che dice Meglioprimo che giuste sono le prove con il risultato delbtester che ottieni
ilsognodiunavita


Messaggi: 14.403
Registrato: 16-03-09
Re: Flipper Red Show
Postato: 18-giu-2018 9.28   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
Per Antonio soltanto per spiegare i risultati delle sue misurazioni ritenuti dallo stesso strani con dubbi trasformatore/autotrasformatore, piccola parentesi che non intralcia la discussione e se poi servirà approfondirla Antonio aprirà relativa nuova discussione per no uscire ora dal vero tema del gusto flipper.

Il trasformatore del tuo flipper è un trasformatore puro di isolamento con il circuito primario alta tensione , non scrivo 220V per non confondere ulteriormente, totalmente isolato dal secondario .

Tu hai un primario con ingresso a più tensioni tra cui 220 volt e 110 volt oltre come da foto altre tensioni, magari 240 o altro.
L'alimentazione del tuo flipper è nata a 220 Volt e l'ingresso/uscita 110 Volt preso dal centro dell'avvolgimento primario, o possibile anche come spiegava Meglioprimo due circuiti identici 110 volt che possono sommarsi 220 V in serie oppure 110 V in parallelo, l'ingresso 110 Volt è nel nostro caso non un ingresso ma una uscita per alimentare i bobinoni dei banche a caduta.

La spina che alimenta il flipper porta 220 Volt al trasformatore passando sia dall'interruttore che dal porta fusibile segnato 110 volt , proprio nel modo che ha descritto Meglioprimo in intervento precedente.

La logica direbbe che il portafusibile serigrafato 110 volt 10 A sia il fusibili dell'ingresso rete spina presa 220 V , perchè segnato 110 volt? non c'è spiegazione se non pensare hanno sbagliato a scrivere e visto non era importante hanno lasciato la scritta.

L'avvolgimento primario del trasformatore, sia terminale 110 volt che terminale 220 volt sono uniti a tutto il circuito di alimentazione, se misuri la tensione di ingresso trasformatore con segnato 220 v il tester segna 220 v , se misuri la tensione 110 v , 0 - 110 , il tester segna 110 volt ma se tu tocchi qualunque punto del circuito primari alimentazione prenderai sempre la scossa come toccando il 220 v della presa , anche se tocchi il terminale 110 volt perchè in questo caso prendi la scossa tra l'avvolgimento e la terra e in questo caso ci sono appunto 220 v.

La spiegazione del perchè se metti il tester posizionato su ohm segna sempre qualunque punto del circuito alimentazione tocchi sia spina che 110 che 220 che interruttore che portafusibile è molto semplice, questi punti sono tutto uniti e collegati tra loro e il tester conferma la continuità del circuito, infatti Meglioprimo ti ha accennato che risultati nel tester differenti dalla continuità in ogni punto li ottieni se togli il fusibili segnato 110 v e spegni l'interruttore sotto il flipper, in questo caso interrompi il lungo circuito alta tensione in due punti e potrebbero esserci pezzi di circuito morti non più collegati tra loro, potrebbero lo scrivo nuovamente.

Perchè ho scritto che il portafusibile con 110 volt 10 AMPER , l'ho scritto volutamente maiuscolo per evidenziarlo, è secondo me un errore, in un passaggio ho letto potrebbero averlo scritto per i bobinonbi banchi a caduta intendendo che avrebbero potuto mettere questo fusibile a protezione dei bobinoni che vanno appunto a 110 volt ma questo non può essere perchè i banchi hanno un fusibile differente da questo che è 10 amper , gli altri dei bobinoni sono ritardati e
circa 1 Amper perciò credo di escludere questa possibilità, dalle foto non sono riuscito a vedere i portafusibili ai bobinoni ma sicuramente ci sono.

I due tuoi dubbi
primo sulla scritta 110 volt credo sia un errore di chi ha fatto il disegno e non avendo importanza non hanno rifatto il telaio serigrafico

secondo sulle prove con il tester le hai fatte correttamente anche se non potevi avere risultati differenti perchè il circuito da proprio le misurazione avute e sono corrette.

Chiusa la parentesi e continuo a seguire la discussione che si è fatta sostanziosa, su questa parentesi non discutere per non annacquare e distogliere il vero nocciolo della riparazione, se vorrai ampliare fallo quando terminata la tua riparazione.
meglioprimo


Messaggi: 2.042
Registrato: 20-11-13
Re: Flipper Red Show
Postato: 18-giu-2018 23.44   in risposta a: ilsognodiunavita in risposta a: ilsognodiunavita
 
A volte mi fate venire dubbi anche sul poco che conosco di elettrotecnica ( io sono fabbro ) però oggi ho trovato l'avvocato difensore perciò sono sicuro di ciò che ho scritto... A prescindere che non so la differenza fra trasformatore, autotrasformatore, trasformatore d'isolamento che mi andrete a spiegare voi, io so per certo che: preso un filo smaltato, per isolarlo, e avvolto attorno a un nucleo di ferrite ho creato un trasformatore o autotrasformatore ? questo me lo dite voi ( io penso sia autotrasformatore in quanto tutto avviene nello stesso conduttore) . Poi so per certo che se in questo avvolgimento creo delle prese intermedie avrò in uscita delle tensioni diverse proporzionali alla lunghezza dell'avvolgimento perciò se ad esempio avvolgo 100 mt di filo smaltato attorno ai lamierini e alimento i 2 poli con la 220V ho messo in tensione l'avvolgimento, se ai 50 mt ho creato una presa e misuro tensione devo avere 110V sia che misuri la tensione da un lato o dall'altro verso il centro ...é giusto quello che ho scritto? Se invece alimento non dai punti estremi ma da un estremo e dal centro devo usare una tensione di 110V e mi troverò però 220V ai poli estremi ma con potenza limitata. Se invece faccio 2 avvolgimenti separati, uno primario e l'altro secondario la tensione nei 2 circuiti è presente per "induzione" penso di aver realizzato un trasformatore. Se questo è giusto nel flipper c'è un trasformatore multingressi 125-220VAC e multiuscite 27-24-6VAC perciò se io alimento a 230VAC il primario ma faccio una misura sulla presa 110VAC tensione la devo avere per forza come corrente dovrei avere la metà della potenza del trasformatore. perciò se misuro in continuità (Ohm) fra un polo della spina e la presa opposta del trasformatore la continuità l'avrò sicuramente...o forse non ho capito ciò che tu hai scritto. Perciò nel caso di un flipper si usano i 2 avvolgimenti quello secondario in bassissima tensione per lampade 6V e bobine 24V e quello primario 220VAC per alimentare il tutto e uscita a 115V nel caso ci siano bobine con questa tensione o per alimentare il tutto qualora la tensione di rete sia a 115VAC ( come era un tempo).....se ho scritto castronate non fidatevi di me perchè queste sono le mie conoscenze di elettrotecnica.
Praticamente in un flipper ho un trasformatore che viene usato nei 2 sistemi AUTOTRASFORMATORE 220-115VAC usando gli ingressi e TRASFORMATORE usando le uscite 24-6VAC.

Modificato da: meglioprimo il 18-giu-2018 23.50
meglioprimo


Messaggi: 2.042
Registrato: 20-11-13
Re: Flipper Red Show
Postato: 18-giu-2018 23.58   in risposta a: meglioprimo in risposta a: meglioprimo
 
meglioprimo ha scritto:
A volte mi fate venire dubbi anche sul poco che conosco di elettrotecnica ( io sono fabbro ) però oggi ho trovato l'avvocato difensore perciò sono sicuro di ciò che ho scritto... A prescindere che non so la differenza fra trasformatore, autotrasformatore, trasformatore d'isolamento che mi andrete a spiegare voi, io so per certo che: preso un filo smaltato, per isolarlo, e avvolto attorno a un nucleo di ferrite ho creato un trasformatore o autotrasformatore ? questo me lo dite voi ( io penso sia autotrasformatore in quanto tutto avviene nello stesso conduttore) . Poi so per certo che se in questo avvolgimento creo delle prese intermedie avrò in uscita delle tensioni diverse proporzionali alla lunghezza dell'avvolgimento perciò se ad esempio avvolgo 100 mt di filo smaltato attorno ai lamierini e alimento i 2 poli con la 220V ho messo in tensione l'avvolgimento, se ai 50 mt ho creato una presa e misuro tensione devo avere 110V sia che misuri la tensione da un lato o dall'altro verso il centro ...é giusto quello che ho scritto? Se invece alimento non dai punti estremi ma da un estremo e dal centro devo usare una tensione di 110V e mi troverò però 220V ai poli estremi ma con potenza limitata. Se invece faccio 2 avvolgimenti separati, uno primario e l'altro secondario la tensione nei 2 circuiti è presente per "induzione" penso di aver realizzato un trasformatore. Se questo è giusto nel flipper c'è un trasformatore multingressi 125-220VAC e multiuscite 27-24-6VAC perciò se io alimento a 230VAC il primario ma faccio una misura sulla presa 110VAC tensione la devo avere per forza come corrente dovrei avere la metà della potenza del trasformatore. perciò se misuro in continuità (Ohm) fra un polo della spina e la presa opposta del trasformatore la continuità l'avrò sicuramente...o forse non ho capito ciò che tu hai scritto. Perciò nel caso di un flipper si usano i 2 avvolgimenti quello secondario in bassissima tensione per lampade 6V e bobine 24V e quello primario 220VAC per alimentare il tutto e uscita a 115V nel caso ci siano bobine con questa tensione o per alimentare il tutto qualora la tensione di rete sia a 115VAC ( come era un tempo).....se ho scritto castronate non fidatevi di me perchè queste sono le mie conoscenze di elettrotecnica.
Praticamente in un flipper ho un trasformatore che viene usato nei 2 sistemi AUTOTRASFORMATORE 220-115VAC usando gli ingressi e TRASFORMATORE usando le uscite 24-6VAC.

Modificato da: meglioprimo il 18-giu-2018 23.50

Non è possibile che un fabbro debba spiegare queste cose a 2 elettrotecnici.....
antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 19-giu-2018 7.46   in risposta a: meglioprimo in risposta a: meglioprimo
 
meglioprimo ha scritto:
........
Praticamente in un flipper ho un trasformatore che viene usato nei 2 sistemi AUTOTRASFORMATORE 220-115VAC usando gli ingressi e TRASFORMATORE usando le uscite 24-6VAC.

Modificato da: meglioprimo il 18-giu-2018 23.50


Ecco bravo elettrotecnicamente parlando probabilmente è proprio così .....
antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 19-giu-2018 13.36   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
Solo che per me sarebbe in assoluto la prima volta che vedo usare un primario "multitensione" di un trasformatore in quel modo

Anzi se devo dirla tutta sarebbe la prima volta che vedo un trasformatore pensato come riduttore che sfrutta quel principio per ottenere una riduzione di tensione
Mi son solitamente trovato di frontre
o a degli autotrasformatori, quindi l'oggetto presentava le uscite tutte come prese intermendie dell'avvolgimento primario
o dei trasformatori con una quantità di avvolgimenti separati tra loro, dove quindi, alimentando una di esse alla tensione corretta sulle altre erano riportate le relative tensioni trasformate

poi non è detto che qualcuno non abbia fatto una scelta mista magari per riaparmiare un avvolgimento e quindi peso, rame, perdite .......
ma per me sarebbe la prima volta (e come dice un vecchio adagio c'è sempre una prima volta)

in ogni caso c'è sempre qualcosa che in questo ragionamento non mi torna

spero venerdì di fare le foto che mi sono state chieste e che vadano bene
ilsognodiunavita


Messaggi: 14.403
Registrato: 16-03-09
Re: Flipper Red Show
Postato: 19-giu-2018 15.28   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
antonio60 ha scritto:
Solo che per me sarebbe in assoluto la prima volta che vedo usare un primario "multitensione" di un trasformatore in quel modo

Anzi se devo dirla tutta sarebbe la prima volta che vedo un trasformatore pensato come riduttore che sfrutta quel principio per ottenere una riduzione di tensione
Mi son solitamente trovato di frontre
o a degli autotrasformatori, quindi l'oggetto presentava le uscite tutte come prese intermendie dell'avvolgimento primario
o dei trasformatori con una quantità di avvolgimenti separati tra loro, dove quindi, alimentando una di esse alla tensione corretta sulle altre erano riportate le relative tensioni trasformate

poi non è detto che qualcuno non abbia fatto una scelta mista magari per riaparmiare un avvolgimento e quindi peso, rame, perdite .......
ma per me sarebbe la prima volta (e come dice un vecchio adagio c'è sempre una prima volta)

in ogni caso c'è sempre qualcosa che in questo ragionamento non mi torna

spero venerdì di fare le foto che mi sono state chieste e che vadano bene

Ho scritto appositamente per te un riassunto delle caratteristiche dei due apparati
meglioprimo


Messaggi: 2.042
Registrato: 20-11-13
Re: Flipper Red Show
Postato: 19-giu-2018 19.37   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
antonio60 ha scritto:
Solo che per me sarebbe in assoluto la prima volta che vedo usare un primario "multitensione" di un trasformatore in quel modo

Anzi se devo dirla tutta sarebbe la prima volta che vedo un trasformatore pensato come riduttore che sfrutta quel principio per ottenere una riduzione di tensione
Mi son solitamente trovato di frontre
o a degli autotrasformatori, quindi l'oggetto presentava le uscite tutte come prese intermendie dell'avvolgimento primario
o dei trasformatori con una quantità di avvolgimenti separati tra loro, dove quindi, alimentando una di esse alla tensione corretta sulle altre erano riportate le relative tensioni trasformate

poi non è detto che qualcuno non abbia fatto una scelta mista magari per riaparmiare un avvolgimento e quindi peso, rame, perdite .......
ma per me sarebbe la prima volta (e come dice un vecchio adagio c'è sempre una prima volta)

in ogni caso c'è sempre qualcosa che in questo ragionamento non mi torna

spero venerdì di fare le foto che mi sono state chieste e che vadano bene


Stiamo imbrattando pagine e perdendo tempo per una disquisizione che non ha ne capo ne coda.... Probabilmente ti occupi di insegnamento oppure lavori in un'azienda che non ha esigenze particolari.....Quando non c'erano tutti i computer e relativi programmi che gestiscono un magazzino in automatico comprese le scorte, produzioni, rotazioni ecc.ecc. era più economico avere un prodotto universale (in questo caso specifico un autotrasformatore/trasformatore) e quindi andava bene per tutti, piuttosto che un articolo dedicato per ogni stato terracqueo. che costava si di meno ma ne dovevi avere poi di più per asservire le diverse esigenze e altra cosa importante non c'era possibilità di errore... Negli U.S.A avevano tensione 110/115V, in Italia fino agli anni 65 avevamo zone con 115V e zone nuove con 220V perciò bisognava mandare i flipper con quale trasformatore? in Francia mi sembra avessero lo stesso problema...Usando un autotrasformatore in ingresso e un trasformatore in uscita nello stesso nucleo si risolsero tutti i problemi in tutto il mondo. Per i flipper e altri apparecchi elettrici arrivati dagli USA fino agli anni 60 bisognava anterporre un autotrasformatore multingresso/multiuscita normalmente erano 0-115-125-160-200-220 oppure 0-220 da un lato e 0-110-115-120-125-160 dall'altro perchè con le linee vecchie con conduttori sottili e la scarsità di cabine quindi linee lunghe con un trafo selezionabile riuscivi a trovare il compromesso fra ingresso e uscita ....con questo cessiamo le disquisizione sui trasformatori e procediamo col flipper
( Anzi ti concediamo ancora l'ultimo intervento per toglierti anche l'ultimo dubbio.....ma poi un tester c'è l'hai? lo sai usare? il flipper c'è l'hai? lo alimenti e fai le prove in tensione e misuri tutti gli ingressi/uscita del tuo trafo.....logicamente la corrente erogabile alle diverse tensione è proporzionale alle necessità dei vari circuiti.
ilsognodiunavita


Messaggi: 14.403
Registrato: 16-03-09
Re: Flipper Red Show
Postato: 19-giu-2018 22.25   in risposta a: meglioprimo in risposta a: meglioprimo
 
Due pagine 66 interventi ma non ricordo ancora un passo avanti, in questo modo la discussione diventa tanto lunga che si perde ogni riferimento passar
Vediamo di individuare un guasto e affrontarlo di brutto
Ti consiglierei di chiudere questa evaprine altra con il titolo del difetto da trattare
antonio60

Messaggi: 33
Registrato: 13-06-18
Re: Flipper Red Show
Postato: 20-giu-2018 12.33   in risposta a: ilsognodiunavita in risposta a: ilsognodiunavita
 
ilsognodiunavita ha scritto:
Due pagine 66 interventi ma non ricordo ancora un passo avanti, in questo modo la discussione diventa tanto lunga che si perde ogni riferimento passar
Vediamo di individuare un guasto e affrontarlo di brutto
Ti consiglierei di chiudere questa evaprine altra con il titolo del difetto da trattare

L'unico problema che presentava il flipper era quello delle ruote segnapunti ..... e quello con un'accurata pulizia e con le puntuali e perfette indicazioni ricevute è stato risolto tanto che la discussione è già segnalata come problema risolto

ilsognodiunavita


Messaggi: 14.403
Registrato: 16-03-09
Re: Flipper Red Show
Postato: 20-giu-2018 12.51   in risposta a: antonio60 in risposta a: antonio60
 
antonio60 ha scritto:
ilsognodiunavita ha scritto:
Due pagine 66 interventi ma non ricordo ancora un passo avanti, in questo modo la discussione diventa tanto lunga che si perde ogni riferimento passar
Vediamo di individuare un guasto e affrontarlo di brutto
Ti consiglierei di chiudere questa evaprine altra con il titolo del difetto da trattare

L'unico problema che presentava il flipper era quello delle ruote segnapunti ..... e quello con un'accurata pulizia e con le puntuali e perfette indicazioni ricevute è stato risolto tanto che la discussione è già segnalata come problema risolto

Non avevo visto la chiusura, al prossimo problema.


VecchiFlipper forum © 2010